Clicca qui per tornare alla pagina principale...
notizie recenti
Offensiva solare: consegnata al sindaco Borradori la cartina dei tetti non sfruttati
40 anni bastano: firma la petizione
Depositata l’iniziativa per l’efficienza elettrica
Centrale a carbone di Lünen: rischia di mandare in fumo 771 anni di vita e di causare 72 decessi prematuri all’anno
Offensiva solare: da Bellinzona si comincia a coprire i tetti di pannelli
Offensiva solare: sfruttiamo il potenziale e copriamo i tetti ticinesi di pannelli solari
Sì alla Legge sulla pianificazione del territorio
Archivio notizie
Facebook stream
 
Salviamo le api
 
Diritto senza frontiere!

8 associazioni, 5 partiti e numerose singole persone per l’uscita dal nucleare
Costituito il Coordinamento Antinucleare Ticinese

26.04.2011, Bellinzona - Questa sera 26 aprile a Bellinzona è stato costituito ufficialmente il Coordinamento Antinucleare Ticinese.  Il nuovo gruppo di coordinamento si prefigge di mettere assieme tutte le forze a livello ticinese favorevoli all’uscita dall’energia nucleare e ad un futuro energetico efficiente e rinnovabile.

Questa sera 26 aprile 2011 in una sala della Casa del Popolo di Bellinzona gremita da una trentina di persone è stato costituito il Gruppo di Coordinamento Antinucleare Ticinese. La data scelta cade simbolicamente proprio nel giorno dell’anniversario del tragico incidente nucleare di Cernobyl le cui tracce di radioattività sono ancora purtroppo riscontrabili sul territorio ticinese. In pieno disastro nucleare di Fukushima per i presenti è giunto il momento di abbandonare al più presto gli evidenti rischi dell’energia nucleare. Il gruppo di coordinamento appena costituito si pone come obbiettivo di raccogliere e mettere assieme tutte le forze cantonali (partiti, associazioni e persone singole) che sono favorevoli all’uscita dal nucleare e intendono da subito incamminarsi verso un futuro energetico efficiente e rinnovabile. Il gruppo chiede inoltre il ritiro immediato delle tre domande di costruzione per nuove centrali nucleari, al momento solamente congelate.

Come primo passo il gruppo organizzerà la trasferta dal Ticino per la manifestazione nazionale del 22 maggio “Insieme contro il nucleare” nel canton Argovia (per dettagli clicca qui). Il secondo importante passo sarà quello di convincere la deputazione ticinese alle camere federali a votare un’uscita progressiva dal nucleare a partire dalla seduta straordinaria sull’energia prevista in giugno. Questa sarebbe infatti la via più rapida per un’uscita definitiva dal nucleare ed eviterebbe probabilmente una consultazione popolare sia per quanto riguarda una o più nuove centrali che per quanto riguarda l’abbandono progressivo dell’energia atomica.

Al coordinamento hanno finora aderito oltre a numerose persone singole anche 5 partiti e 8 associazioni. Il gruppo appena costituito è aperto a tutte le organizzazioni e le persone che ne condividono gli obiettivi (usare il formulario di contatto)

La campagna nucleare
Offensiva solare
 
Solar generation


 
SI al collegamento nord sud, NO al raddoppio



 
Facebook & twitter
Facebook stream